Quando dobbiamo realizzare un progetto, la scelta del materiale da utilizzare, in questo caso la lana, potrebbe fare la differenza.
Esistono varie tipologie di lana, ognuna con caratteristiche specifiche.

Lana merino o merinos è la fibra che si ottiene dalla pecora merino. É molto fine e pregiata, molto morbida e poco irritante per la pelle.
È una lana resistente e più leggera di una lana comune, tanto che viene considerata una lana 4 stagioni, per la caratteristica di proteggere sia dal freddo che dal caldo intenso.
Esistono comunque lane merino più o meno pregiate a seconda della salute e della cura dell’animale da cui provengono. Si calcola che un animale possa produrne all’incirca 10kg

Cashmere si ottiene dalla spazzolatura, durante la muta primaverile, di un particolare tipo di capra presente nelle regioni montuose e degli altipiani dell’ Asia, in particolare Tibet, Mongolia, Iran. Le particolari condizioni climatiche, i forti sbalzi di temperatura tra il giorno e la notte di queste zone, favoriscono lo sviluppo di questo sottopelo più soffice e lanoso da cui si ottiene questa lana molto pregiata.
È un tipo di lana molto soffice e delicata, ha capacità termoregolabili ed è per questo che è adatta sia alla stagione fredda che a quella calda, è traspirabile e antistatica. Può essere di diversi colori (grigio, nero, bianco, marrone)

Angora è una lana pregiata ricavata dal pelo del coniglio d’angora. Il pelo di questo grosso coniglio bianco cresce molto velocemente, tantè che la tosatura avviene ogni 3 mesi. È una lana molto calda e molto soffice ma anche poco resistente all’usura e al lavaggio per cui è spesso lavorata con altre fibre come alpaca o seta.
Attualmente il maggior produttore mondiale di lana d’angora è la Cina.

Mohair è una fibra di origine animale ricavata dal pelo della capra d’Angora (da non confondersi con la lana d’angora, sono 2 cose differenti). È una lana molto lucida, lunga e morbida. La lana ricavata dagli esemplari giovani viene utilizzata per tessuti pregiati mentre quella dei capi anziani per tappeti e tessuti resistenti, data appunto la sua resistenza.

Alpaca lana molto pregiata prodotta dall’omonimo camelide.
Confrontata con la lana di pecora, la fibra d’alpaca è più resistente, più morbida e molto più calda.
I capi d’abbigliamento realizzati con questa lana sono leggeri e hanno grandi capacità termiche. La lana più pregiata si ottiene dai giovani esemplari (detti Cria) ed è chiamata baby alpaca.
La lana d’alpaca è quella con più colorazioni naturali disponibili, ben 22 tonalità (bianco, crema, grigio, beige, marrone, nero, grigio..)